Il cambio dei cavalli

Dando uno sguardo verso il futuro della Camera.

Come ai tempi della diligenza, ogni tanto per continuare il viaggio è necessario effettuare il cambio dei cavalli. Queste sostituzioni, dai cavalli erano verosimilmente vissute come il raggiungimento di una meta, della meritata porzione di biada e del necessario riposo. Forse il giorno seguente avrebbero ripreso il loro cammino, per il momento comunque ignari se questo li avesse portati al prossimo ostello oppure semplicemente a ripercorrere a ritroso i passi del giorno prima. Questo è quanto è successo alla “locanda di Rimini” il 31 ottobre 2014 alla diligenza della CEEGIS.

Quelli che hanno lasciato il tiro, hanno ora la possibilità di riposarsi e di ricorrere con la mente il cammino fatto. Se hanno veramente tirato il carro, potranno sentire dentro di sé tutta la soddisfazione della velocità impressagli mentre, se l’hanno lasciato tirare agli altri è bene che si prendano qualche improperio per i ritardi accumulati e la disapprovazione dei viaggiatori.

Quelli freschi che hanno appena preso il tiro, invece, sembra che non vogliano neppure voltarsi indietro perché sanno che quel ritardo va comunque recuperato e che, se il nuovo Cocchiere saprà scegliere le strade giuste evitando briganti e rami secchi, la prossima meta apparirà presto all'orizzonte.

I nostri Nuovi, freschi di nomina, si sono infatti subito attivati: alcuni stanno riesaminando gli Statuti, i regolamenti e le norme per renderli, dove possibile, più adeguati ai tempi e alle situazioni attuali pur garantendo alla Camera il mantenimento ed il rafforzamento dello spirito che la ispira, altri stanno studiando la problematica dei compensi in base alle consuetudini ed al Codice civile per giungere a formulare cosa sia l’ onorario decoroso dell’ esperto giudiziario CEEGIS. L’Esecutivo si sta fra l’altro concentrando sul nostro progetto di Master, prendendo innanzitutto i dovuti accordi con l’Ateneo non telematico con cui intendiamo collaborare. Non mancano le proposte d’iniziative formative di livello superiore dove sicuramente la Camera, se ben rappresentata, potrà acquisire nuovi membri. È anche allo studio la nostra partecipazione ad un’iniziativa europea con risvolti ufficiali fino a Roma.

Forse non si realizzerà tutto, forse si realizzerà anche dell’altro. Sta di fatto che dietro la diligenza della CEEGIS, con questo cambio già si vede alzarsi il polverone di una nuova velocità.