La CEEGIS in Senato

"L'attività peritale è un lavoro moderno"

Estratto del discorso del Presidente Aramondi - Roma 10 settembre 2015

… La nostra Camera raggruppa gli specialisti di ogni settore, tecnico e scientifico, attivi in campo forense. La Camera di regola non segue la formazione specialistica di ciascuno che lascia come è giusto ai rispettivi Ordini e Associazioni di categoria concentrandosi, per contro, sulle problematiche che tutti coloro che svolgendo la propria professione come periti e/o consulenti tanto in campo penale che civile devono affrontare nel difficile compito della ricerca della verità oggettiva ai fini di Giustizia.
Per essere attivi in campo forense è infatti necessario affiancare il sapere di specialista nella materia di propria competenza con quello più generale relativo alle procedure, al ruolo che può variare da mandato a mandato a seconda di chi ne sia il committente, al lavoro sinergico richiesto dalle perizie multidisciplinari, capendo sempre le necessità del Giudicante e sapendo presentare allo stesso materie e gergo scientifici in un linguaggio chiaro e comprensibile a tutti.

La nostra Camera si trova così in una posizione di privilegio per comprendere le necessità della multidisciplinarità peritale e quindi anche per colloquiare con l’Autorità giudiziaria nell’intento comune di migliorare, laddove necessario, regole e consuetudini. È quindi con enorme onore e piacere che saluto questa platea dove si incontrano competenze professioni e profili diversi. È questo il grande segreto del nostro settore: la modernità, che non solo consente, ma addirittura stimola, spinge, impone il confronto. Per lavorare nel nostro settore è indispensabile essere moderni, perché la tecnica, la ricerca e lo studio si avvalgono di conoscenze d’avanguardia. Ma, e insisto, per essere moderni ed essere aperti al nuovo apprendimento e a nuovi trasferimenti di competenze, bisogna anche sapersi confrontare, bisogna sapere fare silenzio dentro sé stessi, bisogna saper azzerare le proprie convinzioni stantie per guardare con curiosità al nuovo, a quello che ti insegna chi ti sta di fronte. Ecco, con questo spirito io mi avvicino ai lavori di oggi, augurando a tutti un buono, proficuo ma specialmente anche “moderno” lavoro.
Dunque moderno lavoro a tutti!